The Dirt – Motley Crue Netflix

The Dirt – Motley Crue Netflix – 22 Marzo 2019 film firmato Netflix.

Più intenso, reale, divertente ed avvincente di tutte le bio-docu-film usciti negli ultimi mesi.

Bohemian Rhapsody perde punti e credibilità rispetto a The Dirt.
Un film da vedere per capire alcuni lati della band (già noti in parte).
Non sarà ricordato come un “cult” ma per passare 2 ore va più che bene, Rock ‘n Roll!

Per voi un mix di recensioni delle migliori testate giornalistiche web:

“i Mötley Crüe, una ‘gang di idioti'”

“Non una band, bensì una gang. Una gang di idioti.” Inizia così The Dirt: Mötley Crüe, dalla voce narrante di Nikki Sixx: ma il punto di vista del narratore cambierà spesso, nel corso del film.

Nel racconto dei Motley Crue, la trama di The Dirt parte da lontano: dall’infanzia disastrata di Nikki Sixx, che cambia il suo nome proprio per non portare quello del padre, alla cornice borghese da cui viene Tommy Lee, un ragazzo tranquillo dall’innamoramento facile per le ragazze.

L’arrivo nella band del “vecchio” del gruppo, Mick Mars, un ragazzo che soffre di spondilite anchilosante, una malattia degenerativa che gli porta dolori alle ossa, cambia le cose.

Manca un cantante: i nostri vogliono un David Lee Roth con il carisma di David Bowie, e sintetizzano la cosa in un cantante biondo che piaccia alle donne: trovano Vince Neil in una cover band e, dopo un briefing sul nome, scelgono Motley Crue.

Come nelle leggende, il primo concerto è quasi vuoti, sfocia in rissa, ma in breve tempo la band mette a ferro e fuoco il mitico Sunset Stip, la via dei locali rock che vide esplodere i Doors, e vengono messi sotto contratto proprio dalla loro casa discografica, la Elektra Records.

“The Dirt” è l’anti-“Bohemian Rhapsody” dei Queen?

The Dirt è l’anti-Bohemian Rhapsody?
Si!! perché chi ha definito quello sui Queen un film edulcorato, che ha sorvolato su molti degli eccessi di Freddie Mercury e ha, comunque, santificato un po’ gli altri, limitando al minimo l’apporto di John Deacon, in questo caso potrebbe essere soddisfatto.

Sesso, droga e rock’n’roll in questo film Netflix non mancano, anche se i primi due elementi hanno la prevalenza sul terzo. Gli eccessi dei Motley Crue non mancano, e in un momento spassoso del film vediamo anche quelli del loro “zio”, Ozzy Osbourne, che vanno anche al di là dei loro.

In particolare, è interessante la sequenza in cui viene ricreata una giornata tipo in tour: sveglia alle cinque di pomeriggio, bevute, concerto, post concerto, trasferimento nella nuova città con sbarco immediato nello strip club, sballo. E sveglia il giorno dopo alle cinque.

Rispetto a Bohemian Rhapsody, per forza di cose sbilanciato su Mercury, The Dirtcerca di raccontare tutti e quattro i Crue dando loro uguale spazio.

Quello che esce dal film è però un po’ quell’effetto Vinyl che sembra caratterizzare tutti le storie rock su grande e piccolo schermo, e alla quale Bohemian Rhapsody, seppur ad alti livelli, non sfugge: detto che la serie di Scorsese era ottima, la rappresentazione delle rockstar, lì come in questo film, sfiora sempre un po’ l’imitazione, la caricatura, la maschera.

Siamo lontani, insomma, da grandi del rock che diventano personaggi con un’anima, somiglianti ma brillanti di luce propria, come il Jim Morrison di Val Kilmer in The Doors di Oliver Stone .

Un film divertente, a tratti doloroso

The Dirt è un film divertente, a tratti doloroso, a tratti ironico (per il genere è una novità, ma gli artisti raffigurati si prestano), che una volta visto si scorda abbastanza facilmente.

È soprattutto un interessante affresco di un mondo, quello del rock loasangelino degli anni Ottanta, che per qualche anno dominò il mondo dettando la via del rock, prima di essere sepolto dall’ondata grunge.

Una scena che è passata alla storia più per altri aspetti che per la musica. E una scena che è stata finora poco raccontata, il che dà al film una sua freschezza e una certa novità.

Recensioni mashup di Rolling Stones e MoviePlayer*


“INSTA-Guitar”
12 ideas for acoustic guitar
TAB + VIDEO


Manuale e video-corso di chitarra base n.1
Inizia a suonare la chitarra imparando da zero tutte le basi.

PDF con tutti i grafici degli accordi maggiori e minori. (facile e veloce da apprendere in modo visivo) +
VIDEO di introduzione alla chitarra. (15min)
Consigli, premesse, posizione corretta ed i primi accordi.

€8.99 – Acquista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.